Zeppulelle e pasta crisciuta c'alice salate e cò baccalà - 4201 visite

AutoreMessaggio

Utente super

Registrato: 05/04/2008 22:47
Messaggi: 1007
Argomenti: 106
Residenza: ISOLA D'ELBA

Pubblicato: lun 30 gen 2012 19:44 - clicca sulle foto per ingrandire

Questo è l'impasto con le acciughe

clicca per ingrandire


le zeppulelle e pasta crisciuta con le acciughe

clicca per ingrandire


questa e una zeppulella con l'acciuga dentro

clicca per ingrandire


le zeppulelle cò baccalà

clicca per ingrandire


Ingredienti:

450gr farina 00
400gr di acqua
25gr di lievito di birra
20gr di sale
1 bel ciuffo di prezzemolo
Pochissimo aglio tritato finemente
20gr di olio evo
Pepe a piacere
10 filetti di acciughe
400gr di baccalà dissalato



Procedimento:
In un pentolino sbollentate il baccalà privato della pelle, per 5 minuti, sollevarlo dall’acqua con una schiumarola, riducetelo a piccole scaglie e asciugatele tamponando con carta assorbente. Lavate le acciughe sfilettatele e tagliatele a piccoli pezzi, asciugatele come il baccalà. In una ciotola bella grande, mettete l’acqua tiepida e il lievito e scioglietelo, aggiungete il prezzemolo tagliato finemente, l’aglio, il pepe e l’olio, mischiate tutto e aggiungete a pioggia la farina e subito dopo il sale, lavorate l’impasto fino a sciogliere tutti i grumi. L’impasto deve essere morbidissimo quindi sbattetelo bene con la mano dal sotto verso sopra, dividetelo a metà in due ciotole, in una versate le scaglie di baccalà e fate in modo che il baccalà sia completamente incorporato all’impasto. Mettete a lievitare l’impasto per circa due ore in un luogo con una temperatura di circa 25°C (l’ideale è il forno spento con la sola lampada interna accesa). Prendete la ciotola con il solo impasto (senza il baccalà) e distribuite sopra i pezzettini di acciughe. Mettete al fuoco una pentola per il fritto con abbondante olio d’arachidi, portatelo a temperatura moderata, Mettete due cucchiai in una ciotola d’acqua quindi con un cucchiaio prelevate la giusta quantità d’impasto avvolgendo dentro un pezzetto d’acciuga e con l’altro cucchiaio lasciate cadere le zeppulelle nell’olio a temperatura, devono essere belle bionde che tendono a un colore d’orato, Fate asciugare le zeppulelle su carta assorbente.
Bagnate spesso i cucchiai e procedete fino a che finiscono i pezzetti di acciughe, aggiungetene altre fino a terminare l’impasto. Se vi avanza impasto, versatelo sull’impasto con le scaglie di baccalà e procedete con la stessa tecnica di sopra per le zeppulelle cò baccalà fino a terminare l’impasto.
Servitele belle calde.

 

Di fronte a una guantiera di babà tutte le controversie si appianano, e la Pace e la Concordia regnano sovrane. Un grande sapore ha sempre la meglio sui dissapori: grandi o piccoli che siano.

torna sù

Admin

Registrato: 21/04/2005 12:40
Messaggi: 1394
Argomenti: 101
Residenza:

Pubblicato: lun 30 gen 2012 22:01 - clicca sulle foto per ingrandire

*_* le voglio!!!!!!!

 

Se non siete capaci di qualche stregoneria, è inutile che vi occupiate di cucina.

torna sù

Utente super

Registrato: 05/04/2008 22:47
Messaggi: 1007
Argomenti: 106
Residenza: ISOLA D'ELBA

Pubblicato: lun 30 gen 2012 22:03 - clicca sulle foto per ingrandire

ciao milè, sono una vera bontà accompagnate da un buon grechetto..........................

 

Di fronte a una guantiera di babà tutte le controversie si appianano, e la Pace e la Concordia regnano sovrane. Un grande sapore ha sempre la meglio sui dissapori: grandi o piccoli che siano.

torna sù
 

Admin

Registrato: 21/04/2005 12:40
Messaggi: 1394
Argomenti: 101
Residenza:

Pubblicato: mar 31 gen 2012 11:10 - clicca sulle foto per ingrandire

Me la son segnata che fine settimana la provo.
Zio il tuo cell riceve le foto?

 

Se non siete capaci di qualche stregoneria, è inutile che vi occupiate di cucina.

torna sù
 

Utente super

Registrato: 05/04/2008 22:47
Messaggi: 1007
Argomenti: 106
Residenza: ISOLA D'ELBA

Pubblicato: mar 31 gen 2012 12:27 - clicca sulle foto per ingrandire

dimenticavo.................le stesse zeppulelle le potete fare aggiungendo dentro all'impasto, polpo bollito e ridotto a piccoli pezzi oppure un bel trito di cozze e vongole, ma in questo caso meta dell'acqua che userete per l'impasto deve essere l'acqua di cottura o del polpo o delle cozze e vongole.

Maya ha scritto: Me la son segnata che fine settimana la provo.
Zio il tuo cell riceve le foto?

milè ti invio un mp con un mio numero dove puoi spedire foto.

 

Di fronte a una guantiera di babà tutte le controversie si appianano, e la Pace e la Concordia regnano sovrane. Un grande sapore ha sempre la meglio sui dissapori: grandi o piccoli che siano.

torna sù
 

Utente

Registrato: 01/12/2006 07:54
Messaggi: 133
Argomenti: 10
Residenza:

Pubblicato: mer 01 feb 2012 10:31 - clicca sulle foto per ingrandire

da noi si chiamano p'zzell, le facciamo a Natale e mia suocera ci metteva anche dei pezzetti di mela

 

torna sù
 

Utente esperto

Registrato: 16/12/2007 09:59
Messaggi: 2703
Argomenti: 390
Residenza: cagliari
Sito Web

Pubblicato: mer 01 feb 2012 22:45 - clicca sulle foto per ingrandire

Buonissime, in puglia le chiamano pettole o pittule. Vengono fatte sia nella versione dolce che in quella salata come la tua. Mia madre le faceva per l'Immacolata ed era una festa.....che bei ricordi ....Un giorno o l'altro le faccio anche io trrrrrrroppo buone !! Smile Smile Smile complimenti clapping honger complimenti clapping honger ok

 

Fai un lavoro che ti piace e non lavorerai neppure un giorno della tua vita.

torna sù
 
  • Autorizzazioni:
  • non puoi inserire nuovi argomenti
  • non puoi rispondere agli argomenti
  • non puoi modificare messaggi
  • non puoi cancellare messaggi